Sesta giornata: Fiorentina vince e si prende il primo posto

L’ultima volta è successo nel 1999, gli anni di un certo Gabriel Batistuta che con i suoi goal ha

incantato tutti. Stiamo parlando della Fiorentina che stasera dopo un roboante 4-1 in casa dell’Inter ha raggiunto la vetta della serie A.  Un successo che consente alla squadra di Paulo Sosa di mettersi in vetrina ed iniziare ad essere temuta da tutte le avversarie. Certo stasera all’inter è andato tutto storto con l’infortunio nel pre-partita di Jovetic, l’errore di Handanovic  che ha causato il rigore, l’espulsione di Miranda, ma la Fiorentina ha dimostrato di avere carattere e di potersela giocare con tutti. L’inter arriva a questa partita con 5 vittorie ed un solo goal subito: ne prende 4 tutti in un colpo.  Eroe della serata non può che essere l’attaccante Kalinic che con una tripletta dà ragione a chi lo ha voluto con prepotenza.
Fiorentina ed Inter quindi appaiate a 15 punti. Ad inseguire c’è la squadra di Torino, ma questa volta sponda granada: 2-1 sul Palermo e da rivedere il goal di Benassi che con un destro al volo ha provato ad imitare Van Basten. Vittorie in rimonta per Lazio e Udinese che espugnano i campi di Verona e Bologna con il risultato di 2-1.
Male invece il Milan che a Genoa deve arrendersi all’1-0 di Dzemaili (goal viziato da una deviazione decisiva).
Pareggio per 1-1 invece tra Sassuolo e Chievo con la squadra di casa raggiante per un goal regolare annullato per sospetto fuorigioco.
Negli anticipi di Sabato vittorie per Napoli e Roma impegnate rispettivamente contro  Juventus e Carpi. Napoli che vince per 2-1, mettendo in mostra un grande Insigne, autore del primo goal dopo una splendida triangolazione chiusa con il suo compagno di reparto Higuain autore del secondo goal per i partenopei. Roma a valanga contro il Carpi: 5-1 il risultato alla fine dei 90 minuti.
Stasera due posticipi:  Frosinone – Empoli alle 19:00 e Sampdoria – Atalanta alle 21 chiuderanno questa settima giornata che ci ha regalato come sempre tantissime emozioni.

 

I commenti sono chiusi.