Juve si, Roma no. Il punto della Champions League

Si è conclusa la seconda giornata della competizione europea che quest’anno ospiterà la finale proprio a Milano.

Juventus si, Roma no.  La squadra di Torino, sterile e senza cattiveria in campionato, si trasforma in una macchina quasi perfetta concedendo poco e concretizzando le occasioni che le vengono concesse.
Morata non perde il vizio del goal, mentre per Zaza si tratta del primo goal in Champions.
Roma Caput Mundi? Forse in passato. Per la squadra di Garcia si fa durissima, dopo l’incredibile sconfitta in casa del BATE Borisov. Un primo tempo da incubo al quale non è bastata una ripresa giocata esclusivamente nella metà campo dei bielorussi. Certo la sfortuna non è stata dalla loro parte ma quando sbagli tanto poi vieni punito.  Un primo tempo che mette all’oscuro quanto fatto di buono nella prima gara casalinga contro il Barcellona di Messi.

Nel girone A, tutto scontato per Real Madrid e PSG che vincono in trasferta rispettivamente per 2-0 e 3-0.
Da segnalare l’importante traguardo raggiunto da Ronaldo con la sua 500° rete in carriera e l’essere diventato il miglior marcatore di sempre del Real Madrid.

Nel girone B, forse il più equilibrato degli otto, troviamo una perfetta parità con le quattro squadre appaiate a 3 punti. Il Manchester United vince in rimonta sul Wolfsburg per 2-1, il CSKA vince 3-2 contro il PSV  rischiando il tracollo dopo aver chiuso il primo tempo avanti per 3-0.

Nel girone C, importante vittoria per il Benfica in casa dell’Atletico Madrid per 2-1. Sono gli spagnoli però, ad andare in vantaggio con Correa ma prima Gaitan e poi un micidiale contropiede di Guedes consente ai lusitani di conquistare la seconda vittoria. Da sottolineare l’eccellente prestazione di una vecchia conoscenza del calcio italiano: Julio Cesar, autore di un paio di interventi davvero da cineteca del calcio.
Nell’altra sfida, quella giocata alle 18:00, primo punto conquistato per l’Astana contro il Galatasaray.
Festival degli errori con due clamorosi autogoal ed un terzo che non lo può essere considerato  per il semplice fatto che la palla era diretta in porta: 2-2 il risultato finale.

Nel girone D, quello dell Juve, vittoria per 2-0 per i bianconeri e vittoria esterna, in rimonta per 2-1, per il Manchester City. Se la Juve dà spettacolo, nell’altra partita sono i giudici di gara a farlo, autori di una serie clamorosa di errori. Due rigori concessi, due più evidenti non dati (anzi nel primo caso viene ammonito l’attaccante del Borussia M. per simulazione) e un goal non concesso (ecco perchè serve la goal technology).

abcd
Nel girone E, quello della Roma, sconfitta amara per i giallorossi per 3-2, mentre i blaugrana vioncono in rimonta per 2-1 contro un ottimo Bayer Leverkusen, reo di essersi chiuso troppo presto.

Nel girone F, Bayern Monaco a valanga contro la Dinamo Zagabria, mentre continua a sorprendere in negativo l’Arsenal che perde in casa contro l’Olympiakos per 2-3.

Nel girone G, sono Dinamo Kiev e Porto a comandare il girone con 4 punti a testa. Ucraini vittoriosi in Israele per 2-0 contro il Maccabi Tel Aviv, mentre i portoghesi si impongono contro il Chelsea di Mourinho per 2-1. E’ stata la giornata dell’incontro tra lo special 1 ed un altro numero 1 tra i pali: Iker Casillas.
Per il portiere spagnolo, il quale ha chiuso l’avventura con i Blancos in malo modo, grande soddisfazione, chissà da quanto tempo stesse aspettando un appuntamento del genere?

Nel girone H, lo Zenit a punteggio pieno dopo la vittoria per 2-1 sul Gent. Segue il Valencia a 3 punti, che ha espugnato lo stadio del Lione con il risultato di 1-0.  Per i francofoni un solo punto.

efgh

Il punto della Champions?
La Juve si riscopre grande, la Roma ha buttato al vento un grande occasione, mettendo a serio repentaglio la qualificazione alla fase successiva.
Il Bayern Monaco è la squadra che ha fatto meglio con 8 goal fatti e 0 subiti, lo Shaktar è quella che sinora ha fatto peggio con 0 goal fatti e ben 7 subiti.

Ronaldo fa 500 goal e supera Raul nella classifica dei migliori marcatori all times nel Real Madrid.

Precedente Come scommettere sui mercati asiatici Successivo Qualificazioni Euro 2016: il punto della situazione